Tips and Tricks

 


Visualizzare le ancore

I blocchi di testo e i messaggi del blog di questo sito, sono contrassegnati con “Ancore”, cioè brevi etichette utili per individuarli. Per creare un indirizzo completo di ancora, si aggiunge manualmente “#nome-ancora”, alla fine dell’indirizzo della pagina.

Per conoscere i nomi delle ancore basta installare il plugin di Chrome chiamato “Display Anchors”

Quando le ancore sono visibili, si può anche copiare l’indirizzo completo di ancora, con la procedura seguente:

  • Posizionare il cursore del mouse sul testo dell’ancora
  • Fare click con il pulsante destro
  • Scegliere “Copia indirizzo link”


Errori di installazione di Dot Net 3.5

Stanno spuntando come funghi i nuovi tablet economici con Windows (autunno inverno 2014). Il processore è un Atom quad core e il sistema operativo un vero Windows 8.1. A volte è Windows 8.1 “bing” (che va bene) ma attenzione sempre che non sia RT o CE (che non funzionerebbero con le nostre applicazioni).

Alcuni dei nuovi modelli hanno un difetto di giovinezza. Il DotNet dovrebbe essere già pre-caricato, ma non si riesce ad attivarlo. Quando lo si attiva o si prova a scaricarlo da Internet, l’installazione si interrompe quasi subito, con errore 0x800f0906.

In rete si trovano soluzioni fantasiose e molto complesse, non seguitele. La cura è semplice, aprire “Pannello di controllo / Windows Update” e installare tutti gli aggiornamenti. Poi riprovare ad attivare (o installare) DotNet, che si installerà velocemente e senza errori.


Errori dovuti a Dot Net mancante o danneggiato 

Su alcuni computer può accadere che le applicazioni del sistema Theremino non si avviino. In questi casi la prima cosa da provare è installare il “DotNet Framework 3.5?, che si scarica da qui: Net_Framework_3.5_SP1

A volte è installato il DotNet Framework 4.0, che dovrebbe contenere anche tutte le versioni precedenti ma che spesso non è completo. In questi casi installare tranquillamente anche il DotNet 3.5. Il 3.5 non crea problemi alla versione 4 e completa le parti mancanti.

In qualche raro caso è accaduto che il Dot Net 3.5 fosse installato ma danneggiato. In questi casi provando a disinstallarlo per poi reinstallarlo è comparso un messaggio che chiedeva se si volesse invece “Ripararlo”. La riparazione ha corretto il problema.


Errori dovuti al registry danneggiato

Su alcuni computer può accadere che alcune applicazioni del sistema Theremino non si avviino a causa del seguente errore:

ITALIAN: Impossibile caricare i dati del nome del contatore poiché è stato letto un indice non valido dal Registro di sistema
ENGLISH: Cannot load Counter Name data because an invalid index ‘X’ was read from the registry

Questo errore viene a volte indicato come relativo ai soli computer a 32 bit ma, dato che anche i 64 bit hanno una parte relativa alle applicazioni a 32 bit, si può verificare su tutti i sistemi operativi.

Per correggere questo errore alcuni dicono di reinstallare Windows, ma è meglio eseguire i comandi seguenti:

– Avviare il prompt dei comandi come amministratore con la sequenza seguente:
– Premere il pulsante Start
– Digitare CMD senza dare ‘INVIO’
– Premere CTRL + SHIFT + ENTER
– Digitare cd\windows\system32 e premere invio
– Digitare LODCTR /R e premere invio

Per maggiori informazioni leggere qui: http://support.microsoft.com/kb/300956/it


Errori dovuti alla mancanza di DirectX

Su alcuni computer può accadere che alcune applicazioni del sistema Theremino non si avviino a causa della mancanza della giusta versione di DirectX. Le applicazioni che usano DirectX sono principalmente Theremino3D, le applicazioni che usano le WebCam e alcune applicazioni che usano i suoni in modo particolare.

Se si hanno dei dubbi, installare un DirectX in più non fa mai male. Consigliamo di installare la versione off-line di DirectX 9.0c da qui: http://www.microsoft.com/en-us/download/details.aspx?id=8109

  1. Maurizio says:

    Aprendo alcune form nei sorgenti di Theremino, VBnet mi mostrava una pagina con l’errore ‘An error occurred while parsing EntityName’.
    Viene generato quando nel percorso che contiene il progetto è stato utilizzato un carattere ‘&’.
    Inizialmente avevo VB in lingua italiana, e la ricerca in internet di questo errore in italiano non dava risultati.
    Lo stesso errore espresso in lingua inglese, usato come chiave di ricerca in google, ha fornito subito una pagina con la soluzione del problema.
    Per passare da lingua italiana a inglese:
    – Installare le versioni EN_US
    – Selezionare la lingua inglese in ‘Strumenti-Opzioni-Ambiente-Impostazioni internazionali’.

  2. Livio says:

    Alcune utility (ad esempio SysInternals) invece di usare l’AssemblyName come fanno tutti (vedere TaskManager di Windows) vanno a pescare l’AssemblyTitle dalle AssemblyInfo e listano i nostri software senza nome.

    Per cui è bene completare le applicazioni con le AssemblyInfo appropriate, come in questo esempio:
    AssemblyTitle = HAL (Hardware Abstraction Layer)
    AssemblyDescription = Hardware Manager
    AssemblyCompany = Theremino System
    AssemblyProduct = HAL by Theremino System
    AssemblyCopyright = Open Source by Theremino System
    AssemblyTrademark = Theremino System - theremino.com

    Per fare copia e incolla, invece di completare manualmente le proprietà del progetto, scaricare questo zip con i file “AssembyInfo” di esempio per VbNet e CSharp:
    http://www.theremino.com/wp-content/uploads/2013/03/ASSEMBLY_INFO_EXAMPLES_VbNet_And_CSharp.zip

  3. Maurizio says:

    I sorgenti dei programmi Theremino sono molto comodi come basi di partenza per scrivere dei propri programmi che dialogano con gli altri del sistema.
    Scegliendo un programma che già ha una parte delle funzioni che ci servono, il lavoro di programmazione si limita a modifiche abbastanza semplici.

    I programmi Theremino usano dei custom controls, che li caratterizzano non solo per i colori, ma anche per funzionalità più avanzate rispetto a quelli standard di VBnet.
    Se occorre, è possibile copiare i controlli da un progetto all’altro, semplicemente con tasto destro – copia e incolla.
    In alcuni casi, però, si possono avere delle difficoltà per fare questa operazione, perchè alcuni programmi più vecchi hanno una DLL che in quelli recenti è stata sostituita con una aggiornata.
    In questo caso, è necessario seguire questa procedura:

    1) Scaricare l’ultima CustomControls.dll da qui: http://www.theremino.com/downloads/uncategorized
    2) Metterla tra i file del progetto
    3) Linkarla o eventualmente chiudere e riaprire il progetto
    4) Andare in project-properties-compile e nelle caselle in alto mettere X86 dappertutto

    A mano a mano che i programmi verranno aggiornati a nuove versioni, le DLL verranno armonizzate.

  4. Gary Hainke says:

    Hello

    I have downloaded Thermeno Spectrometer program.
    When I try to launch the program I get the following error:

    ” unable to
    find a version of the runtime to run with this application”.

    Can you tell my what files I need to add and where I can get them?

    Thanks!

  5. Francesco says:

    Salve, innanzitutto volevo farvi i complimenti, per tutto il lavoro da voi svolto su theremino mca, veramente bello.
    Ho provato a scaricare il progetto del PMT adapter e dopo aver scaricato LTSpice ho cercato di simularlo, però mi ha dato degli errori in quanto non trova alcuni componenti, e precisamente:
    – Alim_FixedFreq_2.asc non trova il simbolo 74HC14_BHV
    – PulseAmplifier_Bipolar_3.asc non trova il transistor BC548B.
    Potreste, per favore, metterle a disposizione per lo scaricamento o mandarmele via email?
    Non ho ancora provato ad aprire gli schematici e il pcb con eagle, però se ritenete che anche li servano delle librerie, non incluse in eagle, vi prego di inviarmele.
    Vi ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto e ancora complimenti.
    Saluti
    Francesco

    • Livio says:

      Grazie per i complimenti.

      LTSpice
      ——————————————————————————————————————-
      Se usi le librerie originali di LTSpice i componenti mancanti saranno molti. Scarica le nostre librerie come spiegato alla fine di questa pagina: http://www.theremino.com/downloads/uncategorized

      Poi, se non va lo stesso, scrivici e vedremo cosa fare.

      Eagle
      ——————————————————————————————————————-
      Anche per Eagle sul sito ci dovrebbe essere tutto.

      Cercare
      ——————————————————————————————————————-
      Per tuti i casi del genere dovresti usare il SEARCH che c’e’ all’inizio di ogni pagina, funziona benissimo, prova a cercare LTSPICE ad esempio.

  6. Livio says:

    Paolo ha scritto:
    Chissà perché ogni tanto ThereminoGeiger si blocca. Credo sia un problema di rilascio di risorse. Io lavoro sempre in “suspend” ma a volte devo far ripartire il sistema (almeno una volta a settimana) perché risponde male. Magari dipende da quello. Ho notato anche che il suono bing bong alla disconnessione della schedina usb avviene con un discreto ritardo, anche di qualche minuto.

    Lavorare in suspend
    ————————————————————————————————–
    Anche io lavoro sempre in suspend (con XP) e in hibernate (con Windows 7 e 8) ma non deve succedere niente lo stesso. Certo che lavorando in suspend i guai si sommano giorno per giorno e si deve fare continuamente un po’ di pulizia…

    – Per i processi si deve controllare spesso il Task manager e killare i processi “fastidiosi”

    – Nei casi disperati invece di riavviare consiglio di usare il Task manager, killare tutti i processi chiamati “explorer” (sparisce il desktop), infine si apre il menu “File” / “Nuova operazione” del task-manager e si riavvia “explorer”

    – Per tenere sotto controllo i processi consiglio “procexp.exe” di “SysInternals” che è molto migliore e comodo del Task Manager originale (è frewware e ora è distribuito anche da Microsoft)

    – Per i device (e l’USB in particolare) si deve usare “Gestione periferiche”

    – Per tenere sott’occhio le porte USB consiglio “USBDeview” di http://www.nirsoft.net

    ThereminoGeiger che si blocca ?
    ————————————————————————————————–
    Dobbiamo capire cosa succede e risolverlo. Per piacere, spiegami i particolari. Forse il programma HAL smette di comunicare con l’hardware e fa la prima riga rossa con il messaggio “disconnesso” ?
    Questa cosa non deve avvenire proprio, ci sono sistemi che girano da molti mesi, senza mai spegnerli, e non succede mai che si blocchino.

    Difetti del sistema USB
    ————————————————————————————————–
    Il suono in ritardo indica qualcosa che non va nel sistema USB di Windows

    Il difetto non è sicuramente dovuto ai nostri Master ma al driver di qualche altro dispositivo USB che blocca tutto il sistema USB con un errore fino a che non arriva un time-out di Windows.

    A volte sono gli HUB esterni che danno problemi e basta cambiarli con altri migliori o cambiare la disposizione delle porte.

    A volte il sistema USB smette di funzionare e non riconosce più i dispositivi (anche se i mouse funzionanti continuano ad andare…) ma anche questo non è causato dai nostri Master

    Per ripristinare un sistema USB bloccato si riavvia Windows oppure, meglio, si usa “Gestione periferiche” si va sulla riga “Controller host” e con il tasto destro del mouse si sceglie “disabilita” e poi “riabilita”

    Ciao a tutti
    Livio

  7. GRAZIANO says:

    Buona sera
    mi chiamo Dalle Luche Graziano e faccio parte dell’Osservatorio sismico apuano ho caricato il programma in un PC con sistema operativo XP e dà il seguente errore sapete dirmi il motivo?

    Grazie

    impossibile avviare l’applicazione specificata. La configurazione dell’applicazione non è corretta. Una nuova installazione dell’applicazione potrebbe risolvere il problema

    • Livio says:

      Sugli XP installati di recente, Vista e Windows 7 / 8 questo non succede mai ma alcuni XP installati molti anni fa non hanno gli aggiornamenti di “DotNet Framework 3.5”

      Non sarebbe male anche controllare che XP sia aggiornato (Service Pack 3) andando su Start / Risorse del computer / Tasto destro del mouse / Proprietà

      Per il “DotNet Framework 3.5” leggi qui: http://www.theremino.com/downloads/notes-on-software

      Se non riesci chiamami pure allo 0125 57290 o scrivimi a: “engineering chiocciolotta theremino puntino net”

      PS
      Se il programma che hai scaricato è ThereminoGEO tieni conto che, pur essendo molto ambizioso, è solo un abbozzo. Per ora ci sono solo le funzioni per salvare e caricare i file PSN (gran lavoro) e un inizio di VirtualDrum ma non legge ancora i dati. Attualmente noi siamo impegnatissimi con la camera a ioni per il radon e con i sensori EEG, ECG senza contatto, per cui non so proprio quando potremo riprenderlo in mano. Speriamo che qualcuno ci si appassioni e lo finisca presto.

  8. Filippo says:

    Ciao,

    Ho acquistato da poco una scheda theremino, avrei bisogno di chiarimenti riguardo il sistema di comunicazione seriale, nello specifico, una volta configurati i pin, mi sarà possibile accedere ai dati inviati tramite porta seriale, se si, che metodo usare in un codice c++ per l’acquisizione ?

    • Livio says:

      Il sistema Theremino è modulare, molti software e hardware comunicano tra loro e risiedono tutti sullo stesso PC. Gli InOut che sono stati implementati sono quelli che mancano a un normale PC (lettura di tensioni e correnti, tasti capacitivi, movimento di servomotori etc…)

      Una spiegazione sulle comunicazioni e sugli SLOT, si trova qui:
      http://www.theremino.com/technical/communications

      E un elenco di tutti i tipi di in Out, a pagina 8 del datasheet del Master:
      http://www.theremino.com/wp-content/uploads/2012/02/MasterDIL-V3_Datasheet_ITA.pdf

      Gli InOut che si possono fare bene anche senza il sistema Theremino (Seriale, Parallela, Porta Joystick, Porta Midi, lettura di un mouse o di una WebCam etc..) non sono compresi negli InOut del sistema Theremino.

      Questo non vuol dire che non si possa leggere una seriale (RS232) e mandare i suoi dati verso, ad esempio, un ServoMotore passando attraverso gli SLOT del sistema Theremino. Solo che la porta seriale sarà quella del PC e non la porta “seriale” del ThereminoMaster.

      La porta seriale del Theremino Master serve per comunicare con i moduli Slave del sistema Theremino ed è ottimizzata per quello (lavora fino a 4 Mega Bit al secondo bidirezionalmente su un solo filo ed è in grado di riconoscere i moduli)

      La comunicazione tra i dati della seriale di sistema e gli InOut del sistema Theremino si fa attraverso gli SLOT, usando qualunque linguaggio di programmazione. C++, Csharp, VbNet, VB6, Pascal o anche MaxMsp, Processing o ThereminoScript.

      Consiglierei di cominciare a fare amicizia con gli SLOT e con applicazioni semplici (accendere un led, sentire un tasto capacitivo, muovere un servo) Quando poi sarà ora di far funzionare la seriale, se non dovessi riuscire, chiedi pure nel blog. C’è sempre una soluzione e spesso è più semplice di quel che sembra.

  9. lorenzo says:

    Il cavetto che unisce la scheda MasterDil- V3 al GEIGER ADAPTER composto da tre fili
    (Gnd, segnale, +5V) quale lunghezza massima può avere?

    Grazie

    • Livio says:

      Circa 10 o 20 metri, dipende molto dalla capacità del cavo. Per andare lontano si deve per forza usare un cavo schermato. I cavi per microfono con i classici due fili interni bianco e rosso, sono ottimi, sono robusti e hanno il cordino antistrappo. Sono anche abbastanza grossi e quindi hanno meno capacità.

      E’ anche possibile con una piccola modifica usare cavi schermati lunghissimi, fino a 500 metri e più:
      1) Sul Geiger Adapter ponticellare la R10 da 33k o saldarci sopra un secondo resistore di basso valore, ad esempio 1k.
      2) Aggiungere un resistore da 100k in serie al filo del segnale, a fine cavo, entro pochi centimetri dal Master.
      3) Ricordarsi di non collegare più questo Geiger Adapter modificato a PIN thereminici senza questo resistore da 100k (dovesse succedere per sbaglio non si rompe nulla ma la tensione di 5Volt, non limitata in corrente dal resistore, potrebbe causare frequenti perdite di comunicazione USB)

      Aggiungere un resistore da 100k vicino al Master è sempre una buona idea. Il resistore protegge il master da ogni disturbo indotto sul cavo e sarebbe da aggiungere tutte le volte che si usa un cavo più lungo di qualche metro. Se poi il cavo passa accanto ai fili del 220, allora questo resistore da 100k deve proprio esserci.

      Piccola spiegazione sul perché i lunghi cavi possono raccogliere disturbi.

      Un cavo lungo è come una spira di un trasformatore e questa spira si accoppia con tutti gli altri cavi lunghi dell’impianto elettrico che scorrono paralleli a lui. L’impianto elettrico è sempre percorso da forti transienti di corrente, per esempio causati da istantanee variazioni di tensione, dovute alla accensione di grossi motori. I rapidi transienti di corrente si trasferiscono per induzione sul nostro cavo e possono svilupparci sopra anche decine di volt per qualche microsecondo. Al nostro master bastano cinque volt per pochi uS per perdere la comunicazione con l’USB. I Master non si rompono mai ma perdere la comunicazione è fastidioso perché si deve ripristinarla manualmente premendo “Riconosci”.

      Esistono anche eventi molto peggiori di quelli causati dalla accensione dei motori e sono i fulmini. I fulmini sono grossi e cattivi, sono come un filo molto lungo, su cui passano correnti incredibilmente esagerate. Se il fulmine corre parallelo al nostro cavo del segnale a meno di qualche centinaio di metri, può indurvi sopra tensioni di decine di volt e arrivare anche a fare danni. Non è necessario che il nostro filo sia colpito dal fulmine, basta l’accoppiamento induttivo.

      Quindi, in tutti i casi di cavi un po’ lunghi, per dormire tranquilli anche durante i temporali, si dovrebbe sempre aggiungere questo resistore da 100k, vicino al Master.

  10. Giuseppe says:

    Salve Livio, non so se scrivo nel blog giusto ma non ho trovato altre strade. Intanto ti ringrazio delle dritte che mi hai dato nelle settimane scorse per l’uso degli slot in riferimento all’uso del Theremin….la cosa funziona perfettamente…ho fatto vari modelli di theremin con cui si sta divertendo tutta la famiglia.
    L’idea sulla quale mi sto scervellando è, però, un’altra: la costruzione di uno scanner 3d. L’idea di fondo è di controllare una piattaforma girevole comandata con stepper dove l’oggetto viene fotografato a intervalli regolati e poi con programmi come 123D (che sono open) pervenire all’immagine tridimensionale. Ho studiato sia alcuni progetti online e sia alcuni progetti video di Theremino….ma ho alcuni dubbi
    – In alcuni progetti online si combinano webcam con puntatori laser a linea: qual’è la funzione del laser in questo caso?
    – Quale potrebbe essere un programma Theremino di trattamento Video eventualmente modificabile per avere immagini in 3d.
    Ti chiedo scusa per la solita vaghezza delle domande (resto un neofita in tante cose) e ti ringrazio anticipatamente.
    Giuseppe

    • Livio says:

      Ciao,
      questo messagdio si riferisce allo scrivere un algoritmo per estrarre il 3D da immagini, o da un video proveniente da una WebCam (ma forse non era questa la domanda ed è meglio leggere il prossimo messaggio)

      Gli algoritmi per estrarre il 3D sono piuttosto complessi. Un programma adatto, da cui partire, potrebbe essere Theremino VideoInput, o magari PointFollower, che è ancora più essenziale. Ma questo sarebbe solo il primo passo, di un percorso lunghissimo.

      Un programmatore esperto di multimedia, InOut e 3D, potrebbe lavorarci anni, e non arrivare che a risultati mediocri. Probabilmente negli ultimi 20 anni, ci hanno provato almeno un centinaio di esperti, e solo 3 o 4 di loro, sono arrivati a buoni risultati.

      Non è quindi consigliabile rifare tutta la strada da zero. Sarebbe invece utile, fare una ricerca approfondita, e individuare un buon metodo, tra i migliori che sono stati inventati. E poi trovare un buon software, Open Source, da usare (o da cui partire per fare modifiche).

      Quindi giorni e giorni su Google, CodeProject, SourceForge, StackOverflow, CodePlex, Free Software Directory, Open Source Living, ProgrammiFree e simili…
      http://www.codeproject.com
      http://sourceforge.net
      http://stackoverflow.com
      http://www.codeplex.com
      http://directory.fsf.org/wiki/Main_Page
      http://osliving.com
      http://www.programmifree.com

      E poi anche molte prove, per scartare tutti quelli che “sembrano buoni”, ma che sono solo spazzatura. E molta attenzione, per non installare volontariamente virus o malware. Prima di installare qualcosa, controllare sempre su Google la sua reputazione, leggere cosa ne dicono un po’ di persone…

      In genere di CodeProject, SourceForge e StackOverflow ci si può fidare, ma con le liste di programmi free, soprattutto se non ci sono i sorgenti, si deve andare molto cauti. Magari non sono virus, ma spesso sono finti programmi gratuiti che poi vogliono far comprare la versione a pagamento.

      Diffidare di tutti i software non Open Source, se un algoritmo è quello giusto, esiste sicuramente come Open Source.

    • Maurizio says:

      Ciao Giuseppe.

      Un mio parente si sta interessando all’acquisizione 3D, e ne abbiamo parlato tempo fa.
      Lui ha provato ad utilizzare sia 123D che david-3D.
      Il suo scopo è ottenere modelli 3D da utilizzare per lavori su fresa CNC industriale.
      Ti riporto quello che mi ha detto in proposito
      123D è semplice ed economico (addirittura esiste una app per iphone) ma i risultati che si ottengono non sono adatti all’impiego con CNC.
      David-3D permette di ottenere scansioni più precise, ma la versione base, con sfondo 3D, ha dei limiti di importazione, superabili con hardware costoso.
      Dipende quindi da cosa vuoi fare dei modelli acquisiti.

    • Livio says:

      Come estrarre immagini con Theremino MicroViewer?
      Per ora si ruota il pezzo ripetutamente e si preme il pulsante “Salva immagine”
      Se necessario per il software 123D (o simili), potremmo aggiungere un comando, per salvare la immagine in base al valore di uno slot. Infine con Theremino Automation si potrebbero pilotare sia il servo motore di rotazione, che Micro Viewer.

      Usare 123D con WebCam o con macchina fotografica?
      I video su YouTube mostrano che non è necessario fotografare da posizioni precise. Inoltre è sicuramente meglio usare una buona macchina fotografica, piuttosto che una WebCam. Quindi probabilmente modificare una delle nostre applicazioni, non sarebbe una buona idea.

      Come agiscono gli algoritmi con una riga fatta da un laser?
      Questo è solo uno dei metodi per estrarre il 3D, probabilmente è tra i più precisi, per quel che riguarda la misura esatta delle dimensioni, ma è tra i peggiori se si vuole ottenere rapidamente un oggetto 3D simile al vero (quindi con texture a colori).
      Come funziona questo metodo (e gli altri) è meglio leggerlo sui siti dei loro ideatori.

  11. Livio says:

    Ci hanno scritto questa domanda:
    Come mai le applicazioni che si scaricano da questo sito non contengono i file di copyright?

    Risposta
    Abbiamo deciso di non aggiungere i “soliti” file, per non continuare questa usanza che rinforza, con continui richiami e parole come “Copyright”, proprio quei concetti che vorremmo eliminare. Secondo noi le conoscenze, e la libertà di comunicarle, sono patrimonio e diritti inalienabili di tutti gli esseri viventi. Per cui è il concetto stesso di copyright che deve sparire.
    http://www.theremino.com/contacts/environmental-protection

    In questi ultimi anni si legge spesso di “copyright a fin di bene”, cioè usare le sue tecniche e il suo gergo legale per stabilire delle libertà o contrastare un uso “cattivo”, o commerciale, delle conoscenze. Qualcuno ha anche proposto di creare degli organismi di controllo per Internet. Una specie di “tribunale dalla inquisizione” che dovrebbe stabilire quali sono le conoscenze buone e quali mettere al rogo.

    Per cui consideriamo importante mantenerci a distanza da questi falsi amici e non aiutarli a diffondere le loro tecniche. Se le utilizzassimo anche noi come potremmo poi dire che vanno eliminate?

    Dobbiamo però fare i conti anche con le regole attuali e non fornire appigli a chi ci ritiene scomodi e vorrebbe eliminarci. Per cui ecco qui la pagina “burocratica”: http://www.theremino.com/contacts/copyrights

  12. Alessandro says:

    Come usare theremino con Visual Studio 2015?
    Salve, ho cominciato ad usare theremino da poco quindi chiedo scusa per la domanda forse banale.
    Mi interesserebbe sviluppare codice di interfacciamento con HAL direttamente usando Visual Studio 2015 ma non ho idea di come fare. Ho già impostato la compilazione x86 sia in modalità debug sia in release ma credo di avere ancora il problema di non avere in visual studio gli strumenti per comunicare con HAL. Ad esempio, il compilatore di Visual studio segnala la chiamata “writeslot” come sconosciuta, così come il tipo !”CancelEventArgs”.
    Potreste aiutarmi a capire come inserire i riferimenti giusti in Visual Studio (se possibile step by step)?
    Grazie anticipatamente.
    Alessandro

Leave a Reply

Your email address will not be published.